Nomen da pro pulchris innovationibus

Follow us:

©2023 by Bread. Proudly created with Wix.com

A TAVOLA CON GLI EROI GRECI 

                       

A differenza del pescato, la carne compariva di rado sulle mense degli antichi greci e soltanto in occasione dei sacrifici. E ciò perché era vietato uccidere animali domestici fuori dall’orizzonte sacrificale. In epoca classica, la carne sarà appannaggio soltanto dei ricchi, delle classi abbienti. La lista delle pietanze di carne nei fastosi simposi non si può dire fosse esigua. La carne meno costosa era quella di maiale. Inoltre, sempre nella ”età d’oro”, compaiono, per la prima volta, sulle tavole dei signori cacciagione e pollame, considerate, nelle epoche precedenti, carni immonde. Non stupisce dunque la scarsa diffusione delle carni per il pasto quotidiano, mentre esse venivano utilizzate soprattutto durante le cerimonie religiose ed erano riservate agli eroi. Già in età arcaica è documentato il consumo di maiali, montoni, capre e tori, mentre quello dei cavalli e degli asini risale ad epoca più recente. Gli Spartani consumavano essenzialmente stufato di maiale, il "brodo nero" (in greco antico: μέλας ζωμός melas zōmos). Secondo Plutarco, era "talmente apprezzato che gli uomini anziani si nutrivano solo di quello, lasciando la carne ai più giovani". Era molto famoso tra i Greci e veniva preparato con carne di maiale, sale, aceto e sangue di maiale. Il preparato veniva servito con maza, fichi e formaggio, talvolta integrati con selvaggina e pesce. Eliano, autore del II-III secolo, sostiene che ai cuochi Spartani era proibito cuocere qualsiasi altra cosa diversa dalla carne. Nell’Iliade gli eroi mangiavano carne arrostita, in particolare di capretti, agnelli e manzo, mentre erano quasi assenti il pesce, la frutta e le verdure. Nell’Odissea l’alimentazione appare molto più variata e, oltre alla brace, compaiono altri modi per cucinare le pietanze.  Nei rudi banchetti omerici si mangiava, rigorosamente, agnello o bue allo spiedo, immolati in onore di Zeus.

LA CARNE NEI SACRIFICI

E’ noto che il culto degli dei, nella religiosità greca si basava sull’offerta di animali domestici che venivano sacrificati sugli altari nelle aree sacre, e poi consumati dopo la cottura.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GLI EROI COME MODELLO DI VITA

Le opere omeriche sono ricche di personaggi dalle caratteristiche più svariate che vengono esaltate positivamente o negativamente dall’autore. Fra tutti coloro che si muovono all’interno della vicenda, però, i protagonisti assoluti, simbolo stesso della guerra di Troia, sono gli eroi. Ognuno di loro incarnava un modello umano diverso: alcuni erano forti e vendicativi, altri si distinguevano per l’intelligenza, altri ancora per l’aspetto, ma tutti rispettavano precise caratteristiche morali. L'eroe classico era kalòs kai agathòs (bello e buono) e rispecchiava solitamente i valori aristarchici, ovvero basati sul principio del migliore, del nobile poiché inteso come ideale che coniugava la bellezza fisica all'agathìa, ovvero la bontà per i valori derivanti dalla loro istruzione. 

CARNE

This is our menù

MERLO; BLACKBIRD; ὁ κόψιχος –ου ........................................... 13 Δρ

MAIALE; PIG; ὁ, ἡ σῦς συός ........................................... 7Δρ

TORO; TAURUS; ὁ ταῦρος -ου ...........................................9Δρ

CAVALLO; HORSE; ὁ ἴππος -ου ...........................................11Δρ

OCA; GOOSE;  ὁ, ἡ χήν χηνός ...........................................8Δρ

GAZZA; MAGPIE; ἡ κίττα -ης ...........................................9Δρ

GALLINA; CHICKEN; ὁ, ἡ ὄρνις ὄρνιθος ...........................................6Δρ

LEPRE; HARE; ὁ λαγώς -ώ ...........................................7Δρ

PAPPAGALLO; PARROT; ὁ ψιττακòς -ου ...........................................12Δρ

FRINGUELLO; CHAFFINCH; ἡ σπίζα -ης ...........................................14Δρ

PIEDE; FOOT; ὁ ποῦς -ποδòς ...........................................5Δρ

LINGUA; TONGUE; ἡ γλώττα -ης ...........................................6Δρ

MASCELLLA; JAW; ὁ γναθμòς -οῦ ...........................................5Δρ

BRODO DI CARNE; BROTH; ὁ ζωμòς -οῦ ...........................................7Δρ

SALSICCIA; SAUSAGE; ὁ ἀλλᾶς -ᾶντος ...........................................4Δρ

AGNELLO; LAMB; ὁ αρνòς -οῦ ...........................................9Δρ

FEGATO; LIVER; τό ἦπαρ -ατος ...........................................6Δρ

SELVAGGINA CATTURATA; GAME CAUGHT; τό ἄγραυμα -τος ...........................................13Δρ

CERVELLI DI PORCO; PIG BRAINS; οἱ ενκέφαλοι χοίρειοι ...........................................10Δρ

MATRICE DI SCROFA; SOW MOULD ἡ μήτρα -ας ...........................................12Δρ

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now